IL CANZONIERE

Il Canzoniere è una delle opere più importanti di Francesco Petrarca. Composta tra il 1366 e il 1374 raccoglie tutte le sue liriche scritte in volgare.
L'autore intotola l'opera "Rerum vulgarium fragmenta" (frammenti scritti in volgare). E' costituita da 366 componimenti, di cui 317 sonetti, canzoni e ballate.
L'argomento principale è l'amore che il poeta prova nei confronti di una donna, (Laura), incontrata nel 1327. Qui si ripercorre una grande passione terrena e umana, in cui è incluso anche l'aspetto sensuale. L'amore per Laura è però un amore che non porta soddisfazioni ma bensì tormento. Ma la morte della donna amata porta il poeta a cadere in una grande depressione e il mondo, per Lui, sembra quasi annullarsi, ma non per questo la passione svanisce.
Laura rappresenta per Petrarca, oltre alla donna angelo, anche l'insieme degli interessi terreni, che portano l'autore ad allontanarsi da Dio causando in lui dei pentimenti.
Oltre a questi argomenti Petrarca in quest'opera tratta anche argomenti morali,politici e religiosi.

ANALISI DELLA POESIA VOI CH’ASCOLTATE IN RIME SPARSE IL SUONO


  • Parafrasi: Presso di voi che ascoltate in poesie staccate tra loro il suono di quei sospiri d’amore di cui io nutrivo il mio animo, al tempo del mio traviamento giovanile, quando in parte ero un uomo diverso da quello che sono ora, dei diversi stili, in cui io piango e mi esprimo fra le inutili speranze e l’inutile dolore, se c’è qualcuno che sappia per esperienza che cosa è l’amore, spero di trovare presso di lui compassione e perdono. MA ora mi accorgo chiaramente come per tutto il popolo sono stato per molto tempo oggetto di dicerie, motivo di cui spesso ho vergogna di me stesso dentro di me; e la vergogna è il risultato del mio vaneggiare, e il pentimento e il sapere con chiarezza che tutto ciò che riguarda la vita terrena è di breve durata.

  • Livello tematico: La poesia di Petrarca parla delle pene amorose che il poeta ha vissuto personalmente e chiede perdono e comprensione ai lettori per questo sbaglio che ha commesso in età giovanile. Questo sbaglio “amoroso” lo ha anche allontanato da Dio.

  • Figure retoriche:
allitterazioni: favola fui; conoscer chiaramente; me medesmo meco mi; nudriva; giovenile; veggio; sovente; verogno. indicale in qualche modo
Enjambement: Suono / di quei sospiri (v 1-2)
Anafore: (v 1 e 5) indicale


  • Campo semantico: le parole che riportano al tema della poesia sono: prime giovenile amore, core, che io piango fra le vane speranze e il van dolore, di me medesmo meco mi vengono, e il pentirsi.

LIvello fonico-ritmico: è composto da dei sonetti lunghi, frasi molto lente e molto facili da comprendere.

Livello metrico:
Rime: ABBA/ABBA/DEF/DEF
Tipo di componimento: il testo è un sonetto.

Livello strutturale: Il testo è lineare perché il tema della poesia si sviluppa in maniera ordinata.

Livello lessicale: il lessico presente nella poesia è abbastanza complesso perché e rivolto a un pubblico colto.

Commento personale:
Questa poesia non mi piace molto perché è una poesia poco comprensibile e l’argomento trattato nella poesia personalemente è un po noioso.


ANALISI POESIA “SOLO ET PENSOSO I PIÙ DESERTI CAMPI”

1. Parafrasi:
Solo e pensieroso percorro a passo lento i più deserti campi e tengo gli occhi aperti finché i possa fuggire i luoghi segnati dal piede umano. Non trovo altro riparo per salvarmi dal fatto che la gente comprende ….., perché negli atti privi di allegria si legge esteriormente come io dentro ardo; tanto che io credo ormai che sia i monti, le pianure, i fiumi e i boschi sappiano di che tenore sia la mia vita, che è nascosta dagli altri. Tuttavia non so cercare vie così impervie e solitarie che amore non venga sempre parlare con me ed io con lui.


2. Livello tematico:

  1. figure retoriche: Metafore (dal verso 2 al verso 8); sono presenti degli enjambement; indicali! allitterazioni (verso 1).
  2. Campo semantico: “Solo et pensoso”; “fuggire”; “scampi”; “amor”. ???
  3. Messaggio: qui si parla del traviamento morale dell’autore causato dall’amore infinito che prova per Laura. Il poeta vuole nascondere la sua condizione, ma non riesce a nasconderla.

3. Livello fonico e ritmico: è un sonetto ( in due quartine e due terzine ABBA;ABBA;CDE;CDE). Il testo è di facile comprensione.

4. LIvello strutturale:
Il testo è lineare perché il testo della poesia si sviluppa in maniera ordinata.

5. LIvello lessicale:
il lessico presente nella poesia non è molto compresibile, anzi è abbastanza complesso, perchè infatti la poesia è rivolta ad un pubblico colto.