Accedemia del Cimento

“Provando e riprovando”

L'Accademia del Cimento fu fondata nel 1657 dal principe Leopoldo de' Medici e dal granduca Ferdinando II de' Medici. Quest'accademia si riuniva nell'appartamento del principe Leopoldo, Palazzo Pitti. Fu la prima accademia a carattere scientifico, che basava i propri studi e i propri esperimenti sulla metodologia sperimentale galileiana. Infatti il loro motto era: “ Provando e riprovando “.

Il termine “Cimento” ha vari significati quali: saggio, prova, esperienza e analisi. Con “Cimento” si indica anche una tecnica utilizzata dagli orafi di un tempo, che attreverso sali o altre sostanze contenute in un vaso cementato determinavano la purezza dei metalli preziosi, più precisamente dell'oro.

Ne furono membri G.A. Borelli, C. Del Buono, A. Marsili, C. Dati, A. Oliva, C. Rinaldini, F. Redi, V. Viviani; in rapporto con l’Accademia furono, tra gli altri, il gesuita olandese H. Fabri, I. Del Buono, G. Montanari e M.A. Ricci.

Nel 1667 l'Accademia pose fine alla sua attivita, con la pubblicazione dei Saggi di Naturali Esperienze, in cui vennero presentati i principali risultati conseguiti dai suoi membri. Nella sala IX del Museo di Storia della Scienza sono oggi conservati gli strumenti da esperienza utilizzati dagli accademici per le loro osservazioni naturali. Nel 1801 si tento di riportare in vita l'Accademia, inaugurando la Nuova Accademia del Cimento nel Museo di Fisica e Storia Naturale.

stemma accademia.jpeg
http://www.google.com/search?q=accademia+del+cimento&hl=it&tbo=d&site=webhp&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=6ekhUdmmJ4XPsgbuwoDYDA&ved=0CAcQ_AUoAQ&biw=1215&bih=934#imgrc=B6f46n55Jl2maM%3A%3BwRsIY4kQcIIx6M%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.imss.fi.it%252Fnews%252Fcimento%252Fcimento.gif%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.imss.fi.it%252Fnews%252Fcimento%252F%3B300%3B213